Sostegno a distanza in Sud Sudan

 

Il contesto

Il Sud Sudan ha una popolazione di circa 12,6 milioni di persone, che vivono soprattutto nelle aree rurali dove praticano un’economia di sussistenza. Questa regione è stata influenzata negativamente dalla guerra: la mancanza di sviluppo delle infrastrutture e la distruzione di quelle esistenti hanno impedito lo sviluppo e l’arricchimento della regione e lo hanno fatto diventare un luogo di dolore e sofferenza. A causa delle varie guerre civili e degli impatti ad esse connessi, più di 2 milioni di persone sono morte e più di 4 milioni sono divenuti rifugiati.
L’economia del Sud Sudan è una delle più deboli del mondo. Carente di infrastrutture, la regione ha anche il più alto tasso di mortalità materna e analfabetismo femminile.

 

Il progetto

Operativo da una trentina di anni, il S. Therese Nzara Hospital si trova nel centro di Nzara, vi lavorano complessivamente un’ottantina di dipendenti, pochi dei quali con qualifica, e ospita circa 2.300 pazienti. Di questi 2.150 sono malati di HIV e sono sottoposti a terapie antiretrovirali, 50 sono i ricoverati per tubercolosi, una settantina sono i bambini nel reparto di pediatria e sono presenti anche alcuni casi di lebbra.
Proprio accanto alla missione comboniana, a circa 400 metri dall’ospedale, gli ex uffici della struttura sono stati riadattati per ospitare corsi di formazione per futuri infermieri. Attraverso questo progetto si dà quindi un’opportunità ai ragazzi, che hanno terminato la classe senior 3 (terza superiore) e che scelgono questo percorso, di alternare ore di lezione a periodi di tirocinio in modo da combinare sessioni teoriche ad attività sul campo.

 

Paese: Sud Sudan
Città: Nzara
Codice identificativo: SN
Partner di progetto: St. Therese Nzara Hospital
Scheda progetto: scarica il documento