Una nuova casa per Christophe e Lalao

Contribuiamo a ricostruire la loro abitazione distrutta dall’alluvione di gennaio

 

Dalla metà di gennaio il nord-ovest del Madagascar è stato colpito da forti piogge. L’acqua caduta ha fatto ingrossare i fiumi e i torrenti causando frane e inondazioni, molte strade sono impraticabili o sono state letteralmente cancellate dalla forza dell’acqua, molti villaggi e comunità sono isolate. Vicino alla città di Tanambe è crollata una diga e tutti i territori nel raggio di diversi chilometri sono stati completamente allagati.

I morti si aggirano attorno ad una trentina di persone, ma il problema maggiore è che oltre 10mila case sono state inondate e più di 100mila persone sono sfollate. Per aiutare la popolazione, il governo di Antananarivo ha mobilitato le forze armate che hanno raggiunto i punti più sensibili dell’isola.

L’Ufficio Nazionale per la Gestione dei Rischi e delle Catastrofi ha lanciato un’allerta rischio insicurezza alimentare e malnutrizione, dovuto proprio alle inondazioni delle aree agricole e dei terreni adibiti alla coltivazione di riso che sono stati danneggiati o distrutti. In alcune località l’interruzione della distribuzione di beni di prima necessità e di medicinali ha fatto rimbalzare i prezzi alle stelle.

 

Il nostro impegno

 

Ma in questa situazione di enorme difficoltà, la popolazione sta cercando di reagire per ricostruire pian piano un futuro in cui sperare. E le fondamenta da cui ripartire per gli sfollati sono proprio quelle della casa. Maurizio Crespi, responsabile dei progetti di “Insieme si può…” in Madagascar, si sta impegnando proprio su questo fronte:

“La prima casa che costruiremo per i sinistrati dell’alluvione sarà per Christophe. Christophe ha 39 anni, è disabile, non riesce a camminare e vive con la mamma Lalao, che ha 57 anni.

Nel mese di giugno dello scorso anno, quando è venuto Piergiorgio a Marovoay per l’inaugurazione delle carceri, avevamo acquistato due carrozzine; una è stata consegnata proprio a Christophe.

A causa dell’alluvione la casa di Christophe e di Lalao è stata trascinata via dall’acqua e, con i pezzi di materiale rimasto qua e là sul terreno, hanno ricostruito una specie di abitazione, che si vede nell’immagine in allegato: dalla foto si percepisce molto bene in che condizioni stanno vivendo, tra l’altro in questi giorni continua a piovere e non so come facciano.

Lalao ci ha chiesto se possiamo aiutarli. Martedì scorso sono andato a trovare Christophe e gli abbiamo promesso di ricostruire la casa. La realizzeremo simile a quella di Bebe, un solo locale di dimensioni 4×3 metri. La prossima settimana, appena riprenderanno a lavorare gli operai, inizieremo questo progetto”.

Contribuiamo a ricostruire la casa di Christophe e Lalao e dare loro una nuova speranza nel futuro: servono 800 euro, che comprendono l’acquisto dei materiali e la manodopera.

 

Budget di progetto: 800 euro
Settori: 
Dove nel mondo: Marovoay (Madagascar)
Scheda progetto dettagliata: scarica il documento

 

SOSTIENI IL PROGETTO

Tramite bonifico, con causale “Casa Christophe Madagascar”:

  • Conto Corrente Postale: 13737325
  • Conto Corrente Bancario: UNICREDIT BANCA IT 16 K 02008 11910 000017613555
  • Conto Corrente Bancario: CORTINA BANCA IT 23 A 08511 61240 00000 0023078

Oppure tramite carta di credito o Paypal direttamente online, causale “Casa Christophe Madagascar”