E le chiamano “cause perse”

Contribuiamo a dare un futuro ai bambini sieropositivi e abbandonati in Uganda

 

Suor Maria Marrone, comboniana, offre il proprio servizio alla comunità di Lira (Uganda) che versa in una situazione straziante: centinaia di bambini delle scuole primarie ridotti a “scheletrini” (come lei li definisce), abbandonati a loro stessi per un “semplice”, ma spietato, motivo: sono figli di genitori sieropositivi.

In questa regione dell’Uganda solo pochi anni fa le milizie di Joseph Koni hanno massacrato la popolazione, incendiato scuole e sradicato ogni dignità umana. I bambini immunodepressi qui valgono meno di una capra, marchiati di una colpa che non è loro. Vivono per lo più a casa di zii, cugini, nonni che a loro volta versano in condizioni drammatiche e non vogliono o non sanno prendersi cura di loro, accarezzarli, confortarli, proteggerli e ascoltarli.

Molto spesso le medicine di cui questi bambini hanno bisogno costano troppo e troppo spesso i pochi soldi della famiglia vengono spesi per la salute degli adulti o per qualche bottiglia di birra, uno dei pochi conforti a disposizione, attraverso cui annebbiare la propria coscienza.

Per salvare questi bambini Suor Maria ha raccolto un gruppo di educatori e insegnanti e dato vita al progetto COSBEL (Community Searching Better Estimating Life) un luogo della positività, del gioco, della creatività e dell’ascolto.

Attraverso un percorso interiore appreso dalla stessa Suor Maria durante un lungo soggiorno a Londra anni prima, il team di educatori e insegnanti è passato dall’incredulità quasi cinica di dover aiutare un bambino senza futuro, alla comprensione dei tormenti, dei traumi, degli abbandoni, dei problemi tipici di una precoce adolescenza e allo stesso tempo della gioia di vivere e della voglia di guardare al futuro che questi bambini si portano dentro.

Attraverso i progetti condotti dagli stessi insegnanti su tematiche quali l’abbandono, il bisogno di cure parentali, l’importanza dei valori della solidarietà, del rispetto di sé e dell’altro e della sessualità, i bambini imparano ad aprirsi, a raccontarsi e ad affrontare la malattia.

 

Il nostro impegno

 

Siamo attivi al fianco di Suor Maria e del progetto COSBEL per sostenere questo chiaro e straordinario messaggio per la comunità: questi bambini possono avere un futuro, possono aiutare la loro famiglia adottiva, possono amare ed essere amati. Le attività del progetto comprendono:

  1. attività ricreative e creative che aiutano i bambini a sviluppare ingegno, spirito di amicizia e collaborazione
  2. aiuto psicologico ed educativo ai bambini
  3. sostegno alimentare e medico per i bambini e per le loro famiglie
  4. la consegna in termini di microcredito di maialini e caprette per l’auto sostentamento delle famiglie

 

Budget del progetto: 6.100 euro
Settori: Istruzione e formazione  
Dove nel mondo: Lira (Nord Uganda)
Scheda progetto dettagliata: scarica il documento

 

SOSTIENI IL PROGETTO

Tramite bonifico, con causale “Cause perse”:

  • Conto Corrente Postale: 13737325
  • Conto Corrente Bancario: UNICREDIT BANCA IT 16 K 02008 11910 000017613555
  • Conto Corrente Bancario: CASSA RURALE ED ARTIGIANA DI CORTINA D’AMPEZZO E DELLE DOLOMITI IT 23 A 08511 61240 00000 0023078

Oppure tramite carta di credito o Paypal direttamente online, causale “Cause perse”